nichelatura chimica - immersione in vasca

Niploy Process, la nichelatura chimica ai massimi livelli

Questo trattamento all’avanguardia migliora durata e resistenza dei metalli

Il fatto che un oggetto in metallo sia in grado di resistere a lungo nel tempo ad usura, corrosione e deterioramento superficiale non è una questione di “fortuna”, bensì la conseguenza diretta dei trattamenti effettuati sul materiale allo scopo di proteggerlo.
Uno dei metodi più apprezzati per assicurare lunga vita ai manufatti metallici composti da ferro, rame, alluminio e relative leghe è senza dubbio la nichelatura chimica, che consiste nella deposizione mediante un processo elettrochimico di un riporto di nichel che forma un rivestimento protettivo caratterizzato da elevata resistenza.
La nichelatura può essere realizzata con diverse modalità operative, ed oggi in particolare desideriamo soffermarci sul Niploy Process che consiste nell’elettrodeposizione di uno strato protettivo di nichel ad elevato tenore di fosforo. I principali vantaggi legati all’impiego di questo trattamento sono da una parte l’elevata resistenza meccanica del riporto, e dall’altra l’assenza di porosità.
Caratteristiche come queste permettono al manufatto metallico di poter essere impiegato con la massima tranquillità anche nelle condizioni ambientali più difficili, ad esempio in presenza di agenti corrosivi, ed è per questo che i benefici del Niploy Process sono apprezzati da settori produttivi quali automotive, meccanica ed elettronica, solo per citarne alcuni.
Punto di riferimento per eccellenza nell’esecuzione di questi trattamenti è Nicasil, azienda di Parma certificata secondo lo standard ISO 9001 che mette a disposizione della sua clientela una lunga esperienza nella galvanica e attrezzature all’avanguardia.