La nichelatura chimica per contrastare usura e corrosione dei metalli

Come combattere deterioramento e usura dei metalli

La robustezza dei metalli è una caratteristica autentica ma il passare del tempo agisce negativamente in questo senso andando ad intaccare questo connotato: piano piano comincia un leggero deterioramento superficiale che via via arriva alla vera e propria usura.

Gli agenti atmosferici, per esempio, rappresentano una delle problematiche più gravi in questo senso: con la nichelatura chimica, però, si può dire addio agli effetti della corrosione e si può proteggere in modo efficace i metalli e i manufatti. Questo processo avviene effettuando una deposizione superficiale di uno strato di nichel, strato che andrà a ricoprire in modo uniforme il manufatto e a proteggerlo dall’attacco degli agenti atmosferici.
E dopo aver effettuato il processo di nichelatura chimica il team addetto al controllo qualità effettua un processo di verifica e accertamento che consente di fornire i certificati di conformità ai manufatti e, allo stesso tempo, garantisce ai clienti un servizio di grande qualità.
Il laboratorio interno di Nicasil effettua tutte le analisi previste e si occupa della redazione di questi certificati: tra i controlli previsti ricordiamo le misure di rugosità, procedura attivata negli ultimi anni proprio per verificare la qualità del processo di nichelatura chimica. Il rugosimetro PCE-RT1200, infatti, definisce la superficie di un componente e ne misura la rugosità.