Il trattamento superficiale della micropallinatura

Migliorare la resistenza meccanica dei metalli

Da molti, moltissimi anni chi lavora il metallo ha scoperto che, effettuando un trattamento superficiale come il martellamento, si vanno a migliorare le caratteristiche del materiale e lo si rinforza, allo stesso tempo. Dall’età del Bronzo a oggi, quindi, si è continuato a effettuare questo tipo di lavorazioni: se una volta si operava con incudine e martello, con il tempo si sono imparate tecnologie migliori e più avanzate come quella della micropallinatura.

Come avviene questo trattamento? È’ necessario disporre di una graniglia metallica con cui andare a bombardare la superficie del metallo in modo eterogeneo e uniforme: l’impatto dell’energia cinetica adoperata forma tante piccole rientranze uguali e armoniose, piccole ammaccature che non hanno il compito di indebolire il metallo ma di rinforzarlo, facendogli subire uno stress controllato che ne migliora le proprietà fisiche convertendo la sua tensione interna.
Lo strato superficiale così trattato non sarà più soggetto a crepe e la resistenza e la durezza ottenuta garantiranno una lunga durata della sua vita. La pallinatura migliora e regolarizza anche l’aspetto esteriore, in quanto agisce come una vera e propria copertura spruzzata in modo omogeneo. Le piccole martellature comprimono la zona che vanno a colpire con il risultato di una maggiore resistenza meccanica.