Home Trattamenti Azienda Lab e controlli Certificazioni Contatti News

I processi di lavorazione del nichel chimico

NICHELATURA CHIMICA
Foto del Niploy process
  zoomcliccare la foto per ingrandirla  

Altra foto del Niploy process
  zoomcliccare la foto per ingrandirla  


* Trattamento dei metalli in genere, trattamento ferro e leghe ferrose.

La ditta NICASIL SRL si occupa di un sistema di nichelatura esclusivamente chimica a medio tenore di fosforo che permette di ottenere su tutte le superfici trattate un deposito uniforme e costante, non poroso, aderente ed altamente resistente alla corrosione ed all’usura. Il tipo di riporto è una lega nichel-fosforo ottenuta da un bagno autocatalitico.

La nichelatura chimica ha avuto un grosso incremento industriale a partire dagli anni settanta dove, con l'avvento di importanti marchi specifici come Niploy e NICASIL SRL, ha consolidato una importante posizione tecnica nel settore dei trattamenti superficiali. In particolare, tale tecnologia, ha da sempre accattivato la clientela del settore engineering ed altri per le sue ottime caratteristiche chimico-fisiche. È adatto per la protezione di tutti i metalli e leghe, inoltre, risulta particolarmente ideale per funzioni decorative perché di grande impatto estetico.

In dettaglio, l’applicabilità di tale processo chimico riguarda:*
LEGHE FERROSE (GHISA, ACCIAI LEGATI, INOX),
RAME E SUE LEGHE (OTTONE, BRONZO),
LEGHE ALLUMINIO
.

Mentre i principali settori industriali interessati al trattamento sono quelli:
ALIMENTARE/FARMACEUTICO
AUTOMOBILISTICO/MOTOCICLISTICO
ELETTRONICA/TELECOMUNICAZIONI
STAMPI PER MATERIALE PLASTICO/VETRO
PETROLCHIMICO
TESSILE
OLEODINAMICO E PNEUMATICO
MECCANICO/MECCANICA DI PRECISIONE
AERONAUTICO/AEROSPAZIALE/NAVALE

Principali prestazioni

  • Rivestimento omogeneo su tutta la superficie del pezzo immerso
  • Diminuzione del coefficiente di attrito
  • Resistenza alla corrosione
  • Resistenza all'abrasione
  • Aderenza del riporto

Le prestazioni dei riporti realizzati con questo sistema di nichelatura chimica dipendono anche dal grado di finitura del materiale di base, del quale tendono a replicare il substrato principalmente in modo proporzionale allo spessore applicato. Determinante per il risultato è quindi la scelta dello spessore e del trattamento termico successivo al processo di nichelatura. Difatti, il trattamento termico amplifica la durezza superficiale del film da circa 500 HV100 (Nichel non indurito) fino ad un massimo di circa 1000 HV100.

Grafica - niploy

(Trattamento termico per 10 ore)

Poiché non c’è passaggio elettrico con scarica di idrogeno come nei principali trattamenti di elettrolisi, tale tecnologia ridimensiona fortemente il fenomeno dell’infragilimento da idrogeno del materiale di base.

Elevata resistenza alla corrosione, poiché il deposito che si origina dalla lavorazione a base di nichel chimico assume una morfologia cristallina del riporto con minime porosità grazie alla presenza del fosforo. La presenza di nichel in proporzione, impartisce una maggior durezza superficiale.


NICASIL S.r.l. Via Botteri, 16 Quartiere Moletolo 43100 Parma Tel. 0521.272883/272811
Fax.Amm. 0521/707605 - Fax.Servizio Clienti 0521/270836 Partita IVA: 02361750348